Ti è mai capitato di ritrovarti nella situazione in cui un caro amico ha un progetto che secondo te è un fallimento annunciato e devi scegliere se dirgli cosa pensi, rischiando di frantumare i suoi sogni oppure tenerti i tuoi consigli e lasciarlo in balia delle sue illusioni?

Se davvero si tratta di un amico, probabilmente dovresti essere sincero, pur sapendo che invece di ricevere in cambio un "grazie" molto probabilmente verrai accusato di non credere in lui e, paradossalmente, di non essere un vero amico. Chi ha un'idea o un progetto di vita innovativo o comunque anti-convenzionale cerca intorno a se' soltanto persone accondiscendenti, che alimentino le sue speranze di successo ed etichetta tutti gli altri come non abbastanza visionari, non in grado di comprendere le sue intuizioni o magari come i soliti invidiosi che non hanno mai saputo mettersi in gioco nella vita e che non vedono altre strade se non quella del famoso "posto fisso", ammesso che ne esista ancora uno.

In effetti, la storia racconta che raramente gli imprenditori hanno avuto molti consensi nelle prime fasi di vita delle loro imprese, per i motivi di cui sopra che hanno senza dubbio un fondo di verità. Ma se nove startup su dieci falliscono entro il primo anno significa che statisticamente molti di loro avrebbero fatto bene ad ascoltare un po' di più i consigli delle persone vicine o almeno prendere in considerazione la possibilità che avessero ragione loro.

Nel corso degli anni ho avuto modo di entrare in contatto con tanti aspiranti imprenditori online e devo dire che la mia esperienza personale non fa che confermare le statistiche di fallimento che vengono spesso schiaffate in faccia a tutti quelli che ci vogliono provare. La mia esperienza però mi dice anche che se è vero che i fallimenti sono la stragrande maggioranza, è altrettanto vero che coloro che riescono a farcela hanno qualcosa che li accomuna, ovvero una grande determinazione, la consapevolezza di doversi preparare ad una bellissima battaglia, a dover investire tempo, energie e denaro nella loro azienda. Sanno che dovranno provare, sbagliare, riprovare, cambiare rotta quando necessario e perseverare nei momenti difficili. Quelli che ce la fanno sono pronti a sacrificare la tranquillità di uno stipendio più o meno sicuro a fine mese, sapendo che la soddisfazione di costruire qualcosa di loro ripagherà con gli interessi tutti gli sforzi, le delusioni e le difficoltà che avranno saputo superare.

Allora facciamo finta che tu sia un mio caro amico, con una bella idea di business nel cassetto. Sai cosa ti dico, amico mio? Ti dico che se non ti sei rispecchiato in queste parole allora faresti meglio a lasciar perdere fin da subito. Fidati di me.

Ad oggi, questo blog conta circa 2.000 lettori e nonostante abbia toccato argomenti che dovrebbero essere alla base dei loro nuovi progetti, come la selezione della nicchia, la ricerca delle parole chiave o la costruzione del loro brand molti mi scrivono esclusivamente per sapere come ottenere lo sconto del 20% sul loro negozio Shopify.

Ma veramente vuoi avviare un business online e la tua prima preoccupazione è lo sconto che puoi avere sul tuo account Shopify? Davvero pensi di creare un e-commerce internazionale e ti preoccupi dei 10-20 euro al mese che dovrai sostenere per un app di gestione delle traduzioni? Massimo rispetto per i soldi, ci mancherebbe, anche se si tratta di poche decine di euro ma se sono queste le tue principali preoccupazioni allora significa che non hai capito proprio niente di quello che ti aspetta e faresti molto meglio a investire quei soldi in una bella pizza con gli amici.

Vendere online è tanto bello quanto complesso. Il tuo negozio dovrà avere un'identità forte e ben definita, dovrà parlare ad un target di clienti specifico, dovrà essere semplice, usabile e sostenuto da una piattaforma flessibile, sicura e facile da usare. I tuoi prodotti dovranno essere fotografati da un fotografo vero, con una macchina fotografica vera e raccontati da chi sa usare bene la penna e, possibilmente, se la cava bene anche con la SEO. La tua logistica dovrà essere impeccabile, il tuo packaging raffinato e il tuo servizio clienti estremamente attento a tutti i dettagli, anche dopo la vendita. E no, mi spiace deluderti ma il traffico non arriverà da solo, dovrai costruirtelo, dovrai andare a prendertelo ed essere disposto ad investire per far arrivare quello giusto per te.

Se sarai carente anche in uno solo di tutti questi aspetti allora il tuo business fallirà. Punto e basta. E stai molto attento a tutti coloro che ti diranno il contrario, che bastano dieci minuti o l'acquisto di un corso online per imparare tutto ed avere successo. Stai attento a non cadere vittima di quello che io chiamo il "Mercato dei Sogni", quel mercato in cui i consumatori sono le persone come te, con un grande progetto in tasca e tanta voglia di cambiare vita e i mercanti sono tutti coloro che se ne approfittano e cercano di venderti non tanto delle soluzioni serie ma la speranza di vedere i tuoi sogni realizzati senza troppi sforzi.

Ti confesso una cosa. Anche io ho rischiato di caderci in quel mercato, in realtà più come venditore che come consumatore. Molti dei miei lettori probabilmente comprerebbero qualunque mia guida e sarebbero disposti a pagare per avere i miei consigli. Come dimostro nel mio e-book, aprire un e-commerce ormai è alla portata di tutti ma un conto è creare un sito, un altro è creare un business profittevole e duraturo. Il mio e-book deve essere preso come una provocazione, come un esperimento che stimoli la creatività e non un prodotto del "Mercato dei Sogni". Spero che questo sia chiaro, altrimenti preferisco toglierlo di mezzo.

Ma oggi è il primo giorno dell'anno e come ogni anno dobbiamo essere in vena di buoni propositi e guardare avanti con una bella dose di sano ottimismo. Allora voglio dirti un'altra cosa importante. Se ci credi veramente, se sei disposto a mettere tutto te stesso in quello che fai, se hai intenzione di essere il tuo primo investitore e non hai paura di sporcarti le mani e rimboccarti le maniche allora questo è il tuo anno. Per una volta i tuoi buoni propositi si concretizzeranno e riuscirai a dar vita a quello che hai sempre desiderato. Su dieci startup, sarà proprio la tua quella a non fallire e non lasciare che nessuno, me incluso, ti convinca del contrario.

In bocca al lupo, amico mio.

- Filippo Conforti
Ebook

Vuoi Iniziare a Vendere Online?

Scarica subito il mio ebook gratuito e scopri com'è facile aprire un sito e-commerce in 24 ore.

Apri il tuo negozio Shopify ed ottieni un esclusivo coupon sconto del 20% a vita sul tuo canone di abbonamento.

Ricevi gli aggiornamenti gratuiti di Ecommerce Bootcamp nella tua casella di posta e impara a vendere online.

11 Commenti

  • 74f6e8bde66c6642e71e3a545e04edb0
    Calogero

    Ciao Filippo,
    i tuoi argomenti sono molto interessanti ed ho visto anche che sei Shopify Expert,
    vorrei contattarti direttamente se e' possibile.
    Grazie mille
    Saluti
    Calogero

  • Cea6dc7e0f8e038766a06527ab26f83f
    Liudmila

    Ciao.
    Posso contattarti direttamente anche io, vorrei un info.
    Grazie in anticipo.

  • 192bcc23731b46fb42cb63d6f6ff8b72
    Alberto Mascheroni

    Buongiorno Filippo,

    è ancora attivo il sito/blog?
    C'è modo di contattarti direttamente per informazioni?

    Grazie,

    Alberto

  • 1b64ffa81e7c69f6a32a932a4fef9bc9
    Otreip

    Salve a tutti, io vivo di internet da più di 12 anni, resto nel mio sottobosco e sto bene così. Non divulgo i miei segreti come un guru, semplicemente perché...segreti non ce ne sono! C'è solo tanto sudio ed applicazione.

    Strano ma vero mi sono soffermato su questo post e mi ha colpito. Già, perché lavorare online non è per tutti, non è facile e, come dice Filippo, occorre rinunciare a molte cose, sacrificarsi e lo puoi fare soltanto se hai una grande passione per questo lavoro (e se sei mentalmente tarato!).

    E' un lavoro meraviglioso perché ti lascia la libertà di gestire gli orari di sonno e veglia, le vacanze, o anche per coltivare le tue passioni.

    E' un lavoro maledetto perché lavori sempre; sabato, domenica, Natale, Capodanno, quando sei in giro in macchina, quando leggi un giornale o vedi un TG. Io sono sempre li a macchinare, a "rubare" un idea per poi realizzarla online, una volta ci riesco e 9 no.

    Per chi vuole evitare di rimetterci le penne io consiglio un metodo facile facile, è la base di quello che utilizzo io:
    1) Trova una nicchia
    2) Crea una pagina web o un minisito dove vendi il tuo prodotto o servizio (non fare un sito troppo figo, una cosa minimale, spartana)
    3) Avvia una campagna pubblicitaria (AdWords, Facebook Ads etc)
    4) Raggiunti 500 utenti valuta quanto hai speso e se le vendite hanno pareggiato la spesa. Se il ROI è positivo o neutro (o negativo di poco), hai buone speranze di poter far funzionare quel progetto. Già, perché da qui in avanti non potrai fare altro che migliorare il tuo progetto e ottimizzarlo incrementandone così il ROI con certezza matematica.

    Leggete tra le righe di ciò che ho scritto e troverete molte risposte alle vostre domande.

    P.S. proverò a ripassare ogni tanto per leggervi e scrivere qualche pensiero.

    Buon lavoro a tutti

    • A0defc9a129e5e4778eaa66535077064
      Filippo Conforti Otreip

      Grazie per il contributo, chiunque tu sia :)

      Indipendentemente dai dettagli del tuo metodo, sottolinei un punto molto importante, oserei dire universalmente valido per ogni business online. Mi riferisco alla necessità di misurare sistematicamente i propri risultati e muovere ogni passo in base ai numeri e alle metriche di comportamento dei propri visitatori, piuttosto che alle proprie valutazioni.

      Credo che questa sia una forma mentis che chiunque dovrebbe acquisire, prima di avventurarsi in mare aperto ed iniziare a navigare a vista.

      A presto,
      -Filippo

  • A296fbf31deb27d0f692c15f675e7882
    Andrea Birri

    Buonasera e felice anno nuovo.
    Concordo con quanto scrivi. Fare business online non è facile come sembra. Come tu sai lo sto provando sulla mia pelle, dopo diversi anni di tentativi, 1000 cambiamenti, aggiungo un pezzetto alla volta al mio puzzle considerando che mi sforzo di farlo senza investirci troppo. Non per un'effettiva mancanza di denaro ma più che altro per una sfida a me stesso, perché voglio credere che investendo poco denaro e molta passione si possa comunque creare qualcosa di profittevole.
    Durante il nostro contatto collaborativo mi hai in effetti offerto molti spunti, che purtroppo non sono riuscito a percepire subito, perché probabilmente avrei perso meno tempo nel metterli in pratica.
    Con il nostro sito, nonostante i 3-4 anni di attività, siamo al punto 1/10 e davanti abbiamo l'infinito.
    Abbiamo solo sperimentato con discreto successo il vendere online sul mercato italiano a fronte di un investimento in promozione e già questo è difficile.
    Quest'anno sperimenterò la vendita extra Italia e mi chiedo giorno dopo giorno se sarà più semplice o più difficile.
    Insomma, l'e-commerce è un universo vastissimo, pari almeno al numero di utenti che si possono avere a disposizione e che, come giustamente scrivi, vanno catturati.
    Ti leggo sempre volentieri, grazie per i simpatici contributi.

    • A0defc9a129e5e4778eaa66535077064
      Filippo Conforti Andrea Birri

      Ciao Andrea,

      Felice Anno Nuovo anche a te!

      Credo che "aggiungere un pezzetto alla volta" sia il modo migliore per costruire qualcosa di solido e concordo sulla scelta di non fare grossi investimenti, soprattutto all'inizio. Il tuo business deve funzionare in modo "organico" e il marketing deve servire per farlo scalare, non per farlo funzionare.

      La passione e la dedizione non si comprano, quello che si può comprare è un po' di traffico ma senza la sostanza di un'offerta di valore non puoi che costruire un castello di carta.

      Grazie per il contributo e in bocca al lupo per tutti i tuoi progetti.

      A presto,
      F.

  • 2e31bc44d18008dabd3dde736850ca95
    riccardo

    buon anno Filippo
    sempre ottimi i tuoi post molto "realistici" sia per me stesso che per gli altri, capita anche a me di amici che arrivano tutti gasati con un'idea che " cambierà il mondo " o prodotti che tutti compreranno; io preferisco ragionare assieme a loro e farli arrivare da soli ai punti deboli, mettendoli di fronte alla realtà; in questo mercato il prodotto vale un 10% poi cè la vendita che secondo me è il 90% del lavoro. O ci sei tagliato o ci si fa veramente del male, bisogna si rischiare ma con una cosa che può portare i suoi frutti nel tempo.

    • A0defc9a129e5e4778eaa66535077064
      Filippo Conforti riccardo

      Ciao Riccardo,

      Il punto è che la Rete è uno strumento talmente potente che stimola la fantasia di tanti ma in realtà non ti da nessuna formula magica o scorciatoia: come in ogni impresa "tradizionale" serve lavoro e dedizione, oltretutto in ambiti spesso poco noti, come lo sviluppo web o il posizionamento sui motori di ricerca.

      Per fortuna però questa consapevolezza è sempre più diffusa (tu ne sei un esempio) e sono convinto che pian piano tutto le persone impareranno ad incanalare il loro ottimismo nella giusta direzione e continueranno a creare grandi cose.

      Grazie e Buon Anno anche a te!
      F.

      • 2e31bc44d18008dabd3dde736850ca95
        riccardo Filippo Conforti

        CONSAPEVOLEZZA.... hai detto la parola giusta Filippo.
        una volta avevi un prodotto e una rete commerciale e li finiva il gioco, aggiungevi una buona assistenza e tutto funzionava. Oggi, caspiterina, hai il prodotto, la rete commerciale, la distribuzione e la RETE, che comprende i social ( ma quali sono quelli giusti ???? ), i blogger, i vlogger, il SEO, il SEM, etc..Ad oggi mettere in MOTO una macchina produttiva non è semplice, neppure una volta, ma servono altre e ulteriori competenze che solo se sei un FENOMENO riesci a saperle tutte e ... anche a quel punto manca il TEMPO.
        Quindi per chi voglia intraprendere ( e io sono il primo a spronare chi ne ha voglia, magari con un bel PARADENTI!! di colpi ne prendi ogni giorno! ) deve saper gestire bene il ciclo produttivo, la rete vendita ed essere affiancato da un team di nuove figure web che completino il cerchio per essere al passo con i tempi.
        Qui si potrebbe continuare a parlarne per giorni ma lasciamo ai POST..ERI ...

        • A0defc9a129e5e4778eaa66535077064
          Filippo Conforti riccardo

          Non avrei saputo dirlo meglio :)

          Grazie Riccardo, a presto!
          F.