Se hai un figlio piccolo forse quest'estate avrai avuto modo di fare amicizia con quei "simpaticissimi" pinguini gonfiabili che se li butti giù tornano sempre in piedi e che i venditori ambulanti da spiaggia sparpagliano sapientemente sul bagnasciuga, di fatto costringendo tutti i genitori nel raggio di 30 metri a comprarne uno per i propri figli.

Il bello è che dopo averti fregato — i pinguini intendo — ti guardano e ti sorridono come se volessero sottolineare il fatto che hanno vinto loro, perché ti hanno fatto spendere 3 euro valendone al massimo uno, trasporto incluso.

Ecco il pinguino che ha fatto impazzire i bambini (e i genitori) di mezze spiagge d'Italia
Ecco il pinguino che ha fatto impazzire i bambini (e i genitori) di mezze spiagge d'Italia

Quando ho portato il pinguino all'ombrellone, ho avuto un'interessante discussione con Sara, una bambina di otto anni che si è subito avvicinata attratta dall'irresistibile equilibrio del gonfiabile.

Sara — che bello! Ma come fa a tornare sempre in piedi? E' magico?

Io — no, non è magico. Vedi, c'è un piccolo peso alla base che lo bilancia e lo fa stare in piedi anche se provi a buttarlo giù!

Lo so, avrei potuto anche essere più poetico ma purtroppo sono vittima di anni di studi di ingegneria.

Sara — ah che peccato, credevo fosse magico. Ma come si chiama?

Sempre per colpa del mio spiccato lato geek non c'ho messo molto ad associare un pinguino al logo del sistema operativo diventato simbolo dell'intero movimento Open Source ed ho subito risposto, pieno di soddisfazione:

Io — Linux!

...

Da come mi ha guardato, ho capito subito che non aveva colto affatto la genialità del nome che avevo pensato per il pinguino e sono stato tentato di spiegarle i sani principi dell'Open Source, partendo dal concetto di base che Linux è buono e Windows è cattivo:

Io — Allora Sara, hai mai giocato con il computer di papà?

Poi mi sono ricordato che aveva solo otto anni e che forse era il caso di riportare la discussione ad un livello più adeguato alla sua tenera età:

Io — Non ti piace Linux come nome?

Sara — No!

Io — E perché?

Sara — Perché non si capisce!

Io — E allora come lo chiameresti?

Sara — Signor Pinguino!

...

Già... Signor Pinguino... mi sembra perfetto...

Pensa semplice

La semplicità deve essere il mantra che accompagna ogni decisione nello sviluppo del tuo business online, a partire dal nome di dominio fino ad arrivare al linguaggio che usi con i tuoi visitatori.

Se devi dare il nome ad un prodotto gonfiabile a forma di pinguino, chiamalo Signor Pinguino e non cercare di essere troppo "originale".

La semplicità paga e questa volta è stata una bambina di otto anni a ricordarmelo. Con una naturalezza disarmante mi ha dato una lezione di marketing che in realtà sono convinto di conoscere bene ma che qualche volta evidentemente dimentico.

Il nome di un prodotto o di un servizio dovrebbe far capire (o almeno far intuire) di cosa si tratta a chi lo sente per la prima volta. Se riesci a sviluppare il tuo brand mantenendo questa semplicità allora dovrai fare molta meno fatica per farti conoscere e ricordare.

Se pensi di essere troppo banale, tieni sempre presente che stai sviluppando un business, non il tuo hobby e queste sono le regole del gioco. Vince chi vende di più, non chi è più sofisticato o ricercato.

Pensa al tuo cliente come ad un bambino e ascolta quello che ha da dirti. E se in futuro avrai qualche dubbio a riguardo, ripensa al Signor Pinguino.

E al suo irresistibile equilibrio.

- Filippo Conforti
Ebook

Vuoi Iniziare a Vendere Online?

Scarica subito il mio ebook gratuito e scopri com'è facile aprire un sito e-commerce in 24 ore.

Apri il tuo negozio Shopify ed ottieni un esclusivo coupon sconto del 20% a vita sul tuo canone di abbonamento.

Ricevi gli aggiornamenti gratuiti di Ecommerce Bootcamp nella tua casella di posta e impara a vendere online.

4 Commenti

  • 68fe08cc3460adf3dee2ba404a93fec3
    Enrico

    Sicuramente nell'ecommerce la semplicità della comunicazione e anche dell'interfaccia del sito fa la differenza. Mettere una comunicazione 'facilmente comprensibile e in un posto facilmente visibile' sul proprio sito può determinare il successo di un'iniziativa commerciale. Nella mia esperienza finora è stato così.
    Vorrei aggiungere anche che il migliore amico della 'semplicita' - secondo me - è il 'buon senso', che spesso ci dimentichiamo di usare. Faccio un esempio prendendo spunto da una ricerca sui luxury goods: fino a qualche anno fa la maggior parte delle aziende del lusso italiane dichiarava di non voler vendere online perchè secondo loro i clienti di prodotti di lusso preferivano andare in negozio. Il buon senso invece mi diceva che se un cliente di un prodotto di lusso vuole ordinare un prodotto comodamente da casa, deve poterlo fare e quindi l'azienda, che opera nel lusso, deve offrire anche questo servizio.

    • 10199c5148e9fbcc46a0b6e5a5fbc829
      Filippo Conforti Enrico

      Ciao Enrico,
      concordo pienamente... e mi sento di aggiungere che - parlando di lusso - ormai il "tempo" è diventato uno dei beni più preziosi e anche i clienti più facoltosi non possono che apprezzare un servizio (come un e-commerce) che permetta loro di risparmiarne un po'.

      Poi, indipendentemente dal nostro buon senso, sono i numeri a parlare e - come sai bene - i numeri ci stanno dando sempre più ragione.

  • Db2a9109643b5f72ccb4817c955322af
    Christian

    Sono pienamente d'accordo con Te e Sara!
    Da tanti anni mi rapporto giornalmente con i clienti del mio negozio e con le loro esigenze quotidiane.. sicuramente uno dei primi requisiti richiesti dal pubblico sono la immediatezza di trovare e nel capire il prodotto ..quindi la semplicità. Proprio per questo la Grande Distribuzione Organizzata anni fa ha anch'essa invertito la rotta tendendo a rendere più semplice la reperibilità del prodotto nelle proprie strutture, nonché il semplificarsi del messaggio pubblicitario.
    Purtroppo ho poca esperienza di ecommerce ma credo che il principio sia lo stesso.. il principio del Signor Pinguino.
    Christian :)

    • 10199c5148e9fbcc46a0b6e5a5fbc829
      Filippo Conforti Christian

      Ciao Christian,
      credo che la semplicità funzioni sempre, sia nella vendita online che - come tu mi insegni - nella vendita tradizionale.

      In un e-commerce hai pochi secondi a disposizione per catturare l'attenzione di un visitatore e convincerlo a restare sul tuo sito e l'unico modo è dare un messaggio chiaro, immediato, che non lo costringa a pensare o a interpretare quello che hai da dire.

      Il "Principio del Signor Pinguino" è veramente un bel nome per riassumere questo concetto in due parole e credo proprio che te lo ruberò per i miei prossimi articoli ;)

      Grazie!

N.017·01 settembre 2014· 5 min· 2

Mobile First - Il Nuovo Modo di Pensare un Sito Ecommerce

Ormai più del 50% degli acquisti online vengono fatti da smartphone e tablet. E' arrivato il momento di ribaltare completamente il nostro modo di vedere il web.